Cena di Capodanno, un’idea per abbinare il Roero DOCG

Se vuoi abbinare al meglio il vino rosso più rinomato della nostra zona, il Roero DOCG, un risotto potrebbe essere la scelta giusta.

Il vino infatti si sposa alla perfezione al riso, creando una sinfonia di sapori e profumi unici e perfetti per la cena di Capodanno.

Ma non è tutto.

Per far risaltare ancora di più ogni più piccola sfumatura, ti proponiamo anche l’aggiunta del Castelmagno, un formaggio piemontese celebre per il suo sapore intenso e versatile.

Vediamo allora più da vicino la ricetta per il risotto al Roero.

Risotto al Roero, per chiudere l’anno al meglio

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di riso Carnaroli
  • 110 g di Castelmagno
  • 200 ml di Roero DOCG
  • 1 l di brodo vegetale
  • 100 g di burro
  • 1 cipolla dorata
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa trita la cipolla dorata molto finemente. Fai sciogliere poi 60 g di burro in una pentola (aggiungendo anche un filo di olio evo) e lascia appassire la cipolla;
  2. Quando la cipolla è appassita aggiungi il riso e tostalo per un paio di minuti;
  3. Una volta tostato il riso, sfuma il tutto con il Roero DOCG, lasciando che il riso lo assorba e che l’alcol evapori;
  4. Adesso continua a cuocere aggiungendo il brodo vegetale;
  5. A 5 minuti dalla fine della cottura aggiungi 50 g di Castelmagno grattugiato e mescola finché non si amalgama alla perfezione al resto;
  6. Ora spegni il fuoco e manteca con il restante burro e Castelmagno. Copri con il coperchio e lascia riposare per 5 minuti prima di servire.

Il riso al Roero è pronto.

Ora manca solo un buon calice di Roero DOCG!