Sai cosa sono le Menzioni Geografiche Aggiuntive (o “cru”)?

Dal 2017 in etichetta il Consorzio Tutela del Roero ha guadagnato, dopo 8 anni di lavoro, la possibilità di aggiungere anche le Menzioni Geografiche Aggiuntive (o MeGA).

Di cosa si tratta?

Le menzioni consentono ai produttori di identificare in etichetta le vigne di un territorio specifico e valorizzano i vini prodotti da uve provenienti da queste aree.

Si tratta della terza denominazione a raggiungere questo traguardo, cosa che consentirà di regolare la zonazione e permetterà a 135 menzioni (di cui 19 comunali) di specificare in etichetta la zona specifica di origine.

Sono necessari però alcuni pre-requisiti:

  • È necessaria una presenza effettiva di viti nella zona;
  • Devono esservi destinati almeno 10 ettari di terreno;
  • Devono essere presenti almeno tre produttori.

A questo si aggiunge l’esclusione dei fondovalle e l’inserimento nella Docg anche della versione Riserva del Roero Arneis Docg.

Foto di Bartolomeo Delpero, che ha realizzato anche l’immagine di apertura dell’articolo

L’argomento delle Menzioni Geografiche Aggiuntive è stato inoltre uno dei temi che abbiamo trattato durante i Roero Days 2019 di Bologna, le due giornate organizzate dal nostro Consorzio per far conoscere a tutti gli appassionati i vini e il territorio del Roero.

Alcune novità

È proprio durante l’evento che abbiamo presentato due grandi novità riguardanti le MGA.

Prima di tutto abbiamo svelato alcune delle prime bottiglie che in etichetta presentano questa importante specificità, segno di una zona in cui le viti producono un’uva eccezionale per essere trasformata in vino.

Secondo, abbiamo presentato, insieme all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, un nuovo sentiero tematico dedicato al turismo lento e sostenibile alla scoperta di queste interessanti MGA.

Vuoi scoprire quali sono tutte le Menzioni Geografiche Aggiuntive del Roero?

Puoi trovarle nella nostra pagine dedicata!